Non devi dirlo a nessuno

Criticalwinenotav.it Non devi dirlo a nessuno Image

Qualcuno controlla Luca, ogni suo movimento. Forse è l'uomo del bosco, forse no. A tredici anni non sai quanto vicino possa essere il male. «Quando è uscito "A viso coperto" quasi tutti hanno parlato di come il mio lavoro di poliziotto mi avesse aiutato a trasferire nel romanzo molta verità, e forse si aspettavano che scrivessi per sempre di polizia. Ma io non sono solo un poliziotto, sono uno scrittore. Sono uno che ama l'hard rock, i film dell'orrore, i libri di Stephen King. Sono stato un tredicenne che non credeva sarebbe mai riuscito a baciare una ragazza, un tredicenne che, attraversando il bosco, temeva sempre di trovare qualcuno in agguato. Il mio primo romanzo iniziava in uno stadio, fra celerini e ultrà che si affrontavano. Questo comincia sulle montagne, dove un ragazzino in vacanza si convince che qualcuno sia nascosto nel bosco. È certo di aver incrociato i suoi occhi, anche se nessuno dei grandi è disposto a credergli. Cosí fa l'unica cosa possibile a tredici anni: prova a cavarsela da solo. A crescere» - Riccardo Gazzaniga Di nuovo si guardò intorno e di nuovo non vide nulla. Non c'era nessuno, a parte loro. Ma aveva visto quegli occhi, laggiú nel bosco. E quegli occhi avevano visto lui. Estate 1989. Luca, adolescente genovese, trascorre l'estate a Lamon, un piccolo centro sulle montagne del Veneto. Il suo migliore amico è Alessio, villeggiante e un po' sfigato come lui. Il suo amore è Chiara, ma a lei piace Samuele, che ha già lo scooter e pure l'orecchino. Una sera, Luca e il fratellino Giorgio si addentrano nel bosco alla ricerca di un tasso. Lí si accorgono che due occhi li fissano dal buio. Scappano, convinti di essere seguiti, ma, arrivati alla porta di casa, si voltano e non vedono nessuno. C'era davvero una presenza che li spiava nascosta tra gli alberi? E chi guida la macchina nera che compare in paese qualche sera dopo e sembra pedinare Luca? Dopo il successo di A viso coperto, Premio Calvino 2012, Riccardo Gazzaniga torna con un romanzo in cui si mescolano paura, innocenza e tradimento.

INFORMAZIONE

AUTORE Riccardo Gazzaniga
DATA 2016
DIMENSIONE 5,38 MB

Non devi dirlo a nessuno è un libro di Riccardo Gazzaniga pubblicato da Einaudi nella collana Einaudi. Stile libero big: acquista su IBS a 16.62€!

SCARICARE
LEGGI ONLINE
Scarica l'e-book Non devi dirlo a nessuno in formato pdf. L'autore del libro è Riccardo Gazzaniga. Buona lettura su criticalwinenotav.it!

Per Non devi dirlo a nessuno, sua seconda prova, ha scelto una trama completamente diversa, da romanzo di formazione, confermandosi narratore di razza, abile nella ricostruzione realistica e accurata degli ambienti, sicuro nella creazione di personaggi del tutto credibili.

Et net. La rete delle reti.pdf

La colpa penale del medico.pdf

Il principe dei ghiacci. La saga dei tre regni.pdf

Giochiamo a... Cerca & trova! Gli animali del mondo!.pdf

Roma degli scrittori. Calvino, Gadda, Landolfi, Levi, Malerba, Manganelli, Moravia, Pasolini.pdf

Dall'arrampicare all'arrampicata. Tra spontaneità e tecnica.pdf

La rivelazione di Ermete Trismegisto. Vol. 1: astrologia e le scienze occulte, L'..pdf

Le attività di sostegno didattico nelle scuole di ogni ordine e grado. Manuale per la preparazione al concorso e per l'esercizio della professione. Con espansione online.pdf

Ogni giorno.pdf

Quando la patria uccide. Storie ritrovate di famiglie ebraiche in Alto Adige.pdf

Dizionario di spagnolo. Spagnolo-italiano, italiano-spagnolo. Ediz. compatta.pdf

La via del risveglio.pdf

Diario della fine di un mondo.pdf

Filosofia della Commedia di Dante. La luce moderna e contemporanea del nostro più grande poeta. Vol. 1: Inferno..pdf

Pluk e il Grangrattacielo.pdf

Chimica e biochimica. Per le lauree triennali dell'area biomedica.pdf

La profezia finale. Lettera a papa Francesco sulla Chiesa in tempo di guerra.pdf

Il carattere del gatto. Origini, intelligenza, stratagemmi del Felis silvestris catus.pdf

Law school. Authentic legal english. With answer key. Con CD-ROM.pdf

Lavorare gratis, lavorare tutti. Perché il futuro è dei disoccupati.pdf