La prima crociata. L'appello da Oriente

Criticalwinenotav.it La prima crociata. L'appello da Oriente Image

"È cosa bellissima morire per Cristo nella città in cui lui è morto per noi." Con queste parole papa Urbano II, nel novembre del 1095, indice solennemente la prima crociata (1096-1099) ed esorta gli uomini d'arme di tutta Europa a imbarcarsi alla volta di Gerusalemme per liberarla dagli invasori turchi. Ma la miccia destinata a far esplodere questo deflagrante conflitto era già stata accesa da tempo: l'imperatore bizantino Alessio I Comneno si trovava ormai da decenni a fronteggiare da solo l'invasione islamica e aveva impiegato ogni mezzo per ottenere l'alleanza del papato e dei regnanti europei. Parvenu della politica salito al trono non per diritto di successione ma come usurpatore, condottiero scaltro, pragmatico e calcolatore, Alessio è il vero, misconosciuto protagonista della prima crociata: sarà lui a mobilitare un intero continente per salvare la Terra Santa ma finirà poi in disgrazia, vittima della sua stessa ambizione. La prima crociata attendeva da tempo uno studio capace di sottrarla allo sguardo solo eurocentrico con cui è stata tradizionalmente interpretata. Questo è il merito del libro di Peter Frankopan, un grande affresco storico costruito intorno alla figura, affascinante e terribile, di Alessio I Comneno, e in grado di mettere in luce le dinamiche politiche dell'area mediorientale che portarono a un evento tra i più significativi di tutto il Medioevo.

INFORMAZIONE

AUTORE Peter Frankopan
DATA 2013
DIMENSIONE 4,46 MB

La prima vera crociata partì invece nel 1097 da Costantinopoli. I combattenti erano francesi, danesi, inglesi, normanni, uomini in cerca di avventura, cadetti in cerca di terra, piccoli feudatari.

SCARICARE
LEGGI
Scarica l'e-book La prima crociata. L'appello da Oriente in formato pdf. L'autore del libro è Peter Frankopan. Buona lettura su criticalwinenotav.it!

La prima crociata ufficiale partì poco tempo dopo, alla fine del 1096. Radunò guerrieri di tutti i paesi europei, disciplinati e divisi per gruppi. Li comandavano signori come Goffredo di Buglione, Boemondo di Taranto, Tancredi di Altavilla, Roberto di Fiandra, conti e duchi della più alta nobiltà francese, tedesca, normanna.

I giorni della cagna. La presa di Roma.pdf

Un giorno al parco. Disegno & coloro.pdf

Il paesaggio come storia.pdf

La prima chiave.pdf

Sempre una gran Signora. Lettera d'amore alla nuova Juventus.pdf

Le poesie. Testo tedesco a fronte.pdf

L' isola dei senza colore-L'isola delle cicadine.pdf

I ricordi mi guardano.pdf

Il corpo. I modelli Raffaello.pdf

Il colpevole.pdf